Descrizione

Il porto di Amalfi è una struttura protetta a Sud Ovest da  un molo di sopraflutto  o "foraneo", denominato "Scalo d'Oriente Foraneo" e lungo circa 250 metri, e ad  Est da un molo di levante o "pennello", denominato "Domenico Cassone", di circa 100 metri.  L'imboccatura è larga 150 metri ed aperta a Sud Est.
Ad Est vi è un ulteriore molo detto "Darsena", di circa 80 metri, il quale con il molo di centrale forma un ulteriore  bacino.
Le operazioni di varo ed alaggio possono svolgersi in radice al molo di sopraflutto e presso uno scalo d'alaggio.
Il porto in questione è caratterizzato da funzioni trasportistiche, da diporto, di charteraggio, turistiche e pescherecce.

La destinazione delle aree a terra e a mare del porto sono state dettagliate con decreto dirigenziale regionale AGC Trasporti e viabilità – Settore Demanio marittimo n. 128 del 11/10/2012 (BURC n. 66 del 15/10/2012) rettificato con decreto dirigenziale n. 171 del 25/07/2013  (B.U.R.C.  n. 43 del 05/08/2013)

Esiste anche un punto di sbarco del pescato, relativamente al quale si rinvia al decreto dirigenziale regionale AGC Trasporti e viabilità – Settore Demanio marittimo n. 9 del 24/02/2011 (BURC n. 14 del 28/02/2011).

 

Allegati:
Scarica questo file (Amalfi.pdf)Scheda informativa porto di Amalfi[ ]1408 kB