La delibere di Giunta regionale n. 1282 del 2002, n. 4463 del 2002 e n. 5490 del 2002 hanno suddiviso la costa campana ed organizzato i porti regionali in 10 ambiti territoriali.

La costa napoletana ed i suoi numerosi porti sono organizzati in quattro ambiti.

L'Ambito flegreo comprende il versante costiero occidentale della Provincia di Napoli: parte da Licola (Comune di Giugliano) per finire al confine tra Pozzuoli e Napoli, e comprende le isole di Ischia e Procida. Nel suo territorio sono ubicate l’Area marina protetta “Parco Sommerso di Baia”, istituita con decreto interministeriale del 07/08/2002 (GURI n. 288 del 09/12/2002); e l’area marina protetta “Regno di Nettuno”, istituita con decreto ministeriale del 27/12/2007 (GURI n. 85 del 10/04/2008).

L’Ambito napoletano, che coincide con la fascia costiera del Comune di Napoli, è di competenza dell’Autorità Portuale di Napoli.

L’Ambito vesuviano si estende nella zona orientale della provincia di Napoli e comprende la costa tra Portici e Castellammare di Stabia.

L’Ambito sorrentino, infine, include la fascia costiera del versante napoletano della penisola sorrentina e l'isola di Capri; nel suo territorio d’ambito cade l’Area marina protetta “Punta Campanella”, istituita con decreto interministeriale del 12/12/1997 (GURI n. 47 del 26/02/1998), modificato con decreto ministeriale del 13/06/2000 (GURI n. 195 del 22/08/2000).

I citati provvedimenti sono reperibili nella sezione Normativa e provvedimenti generali.

INDIETRO